Engineering and Architectural services

Energie Rinnovabili

Il riscaldamento climatico globale ha imposto nuovi modelli energetici, in questo contesto lo studio si è evoluto nella progettazione di impianti energeticamente compatibili che utilizzano fonti rinnovabili da applicare nei settori di edilizia residenziale, terziaria, produttiva e commerciale.

Il decreto legislativo n. 28 del 3 marzo 2011 ,  attuazione  della  direttiva  2009/28/CE  sulla  promozione  dell’uso dell’energia da fonti  rinnovabili rappresenta la normativa di riferimento in questo settore e prescrive nell’Allegato 3 i seguenti obblighi:

14“OBBLIGHI PER I NUOVI EDIFICI O GLI EDIFICI SOTTOPOSTI A RISTRUTTURAZIONI RILEVANTI 

1) Nel caso di edifici nuovi o edifici sottoposti a ristrutturazioni rilevanti, gli impianti di produzione di energia termica devono essere progettati e realizzati in modo da garantire il contemporaneo rispetto della copertura, tramite il ricorso ad energia prodotta da impianti alimentati da fonti rinnovabili, del 50 per cento dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria e delle seguenti percentuali della somma dei consumi previsti per l’acqua calda sanitaria, il riscaldamento e il raffrescamento

a) il 20 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 31 maggio 2012 al 31 dicembre 2013

b) il 35 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è presentata dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2016

c) il 50 per cento quando la richiesta del pertinente titolo edilizio è rilasciato dal 1° gennaio 2017. “

 

Di seguito si riportano le tipologie di energie alternative in cui lo studio Tascone è in grado di offrire un servizio di progettazione completo.

 

Geotermico

La geotermia sfrutta il principio che a una profondità di circa 15-20 metri del terreno si ha una temperatura costante. Grazie a queste temperature, le pompe di calore geotermiche sono in grado di sfruttare l’energia estraendo dal terreno calore a bassa temperatura utile per il riscaldamento invernale o di cedere calore sottratto agli ambienti per il raffrescamento estivo.

Solare termico

Il solare termico è una tecnologia che permette di convertire la radiazione solare in energia termica (calore). L’impianto si compone di due parti:

– il pannello solare vero e proprio che trasforma la luce in calore;

– il boiler di accumulo dell’acqua calda.

Il pannello solare è vetrato e si compone di un assorbitore di luce solare, costituito da una lastra all’interno della quale è inserito un fascio di tubi in cui scorre il liquido destinato ad essere riscaldato.13

Solare fotovoltaico

La tecnologia fotovoltaica consente di trasformare l’energia solare in energia elettrica senza l’uso di alcun combustibile, sfruttando l’effetto fotoelettrico:  con l’esposizione alla luce la cella produce  energia elettrica, la potenza massima estraibile dalla cella è misurata in watt di picco.

Per ottenere la massima produzione di energia occorre una progettazione attenta che valuti l’orientamento e l’inclinazione della superficie captante.

INCENTIVI: Il conto energia recepisce la direttiva europea 2009/28/CE  dando incentivo all’installazione di impianti fotovoltaici connessi alla rete. Esso prevede la remunerazione da parte del GSE dei kWh prodotti dall’impianto fotovoltaico sia per l’autoconsumo che per l’immissione nella rete elettrica.

Progettazione, Direzione lavori, Gestione tecnico economica della commessa edilizia