Engineering and Architectural services

Progettazione Impiantistica

11

 

Lo Studio Tascone opera in ambito civile, industriale e terziario, nella Progettazione e Direzione lavori di Impianti Tecnologici. Lo Studio ha maturato una consolidata esperienza attraverso una costante, determinata e appassionata ricerca delle soluzioni tecniche adeguate. Intorno a questo carattere distintivo, si sviluppa tutta l’attività tecnica necessaria per la progettazione e la direzione dei lavori, svolta spesso con modalità multidisciplinari.La visione globale delle problematiche edilizie sotto il profilo acustico ed energetico, le diverse professionalità presenti all’interno dello studio e la costante formazione tecnica dello Studio Tascone, assicurano ai committenti la migliore soluzione, offrendo un valore aggiunto alla qualità nella costruzione e riqualificazione degli immobili.

 

Impianti elettrici

  • Progettazione impianti elettrici utilizzatori in bassa e media tensione.
  • Impianti ad uso civile, industriale e del terziario. Progettazione Cabine MT/BT secondo le nuove normative e direttive ENEL DK5600.
  • Progettazione di impianti di terra ai sensi della CEI 11-1. Progettazione di Impianti contro le scariche atmosferiche secondo norma CEI 81-10. Rilevazioni parametri elettrici di rete ai sensi della CEI EN 50160. Classificazione dei luoghi con pericolo di esplosione ai sensi delle norme CEI 31-30 e CEI 31-52.

Impianti di climatizzazione

  • Progettazione impianti termici a radiatori, ventilconvettori, batterie, aerotermi e pannelli radianti
  • Dimensionamento dell’impianto termico secondo UNI EN 12831

Il calcolo del fabbisogno annuo di energia primaria svolto nel rispetto del nuovo quadro normativo:  

UNI/TS 11300-1:2008 “Determinazione del fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva ed invernale” per il calcolo del fabbisogno di energia utile dell’edificio o della singola unità immobiliare.

UNI/TS 11300-2:2008 “Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria”, per il calcolo dei rendimenti del sistema di riscaldamento e per la determinazione del consumo per la produzione di acqua calda sanitaria. UNI/TS 11300-3:2010 “Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione estiva” per il calcolo dei rendimenti del sistema di raffrescamento dell’edificio o della singola unità immobiliare.

UNI/TS 11300-4:2012 “Prestazioni energetiche degli edifici – Parte 4: Utilizzo di energie rinnovabili e di altri metodi di generazione per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria” per il calcolo del fabbisogno di energia primaria per la climatizzazione invernale e la produzione di acqua calda sanitaria nel caso vi siano sottosistemi di generazione che forniscono energia termica utile da energie rinnovabili o con metodi di generazione diversi dalla combustione a fiamma di combustibili fossili (trattati dalla UNI/TS 11300-2).

  • Calcolo dei carichi termici estivi secondo il metodo di Carrier – Pizzetti.
  • Verifica termo igrometrica secondo UNI 13788 con valutazione di possibile formazione di condensa superficiale ed interstiziale.

Certificazione energetica degli edifici

13L’attività di certificazione energetica degli edifici è svolta su tutto il territorio nazionale e si rivolge ai soggetti pubblici e privati che necessitano della certificazione energetica del proprio patrimonio immobiliare.

Lo scopo è quello di far conoscere all’utente l’efficienza energetica oggettiva del complesso edificio-impianto, di consentirgli il confronto con quelle di un edificio energeticamente efficiente e di fornirgli alcune indicazioni sugli eventuali elementi sui quali potrà agire per migliorarne le caratteristiche energetiche.

Le linee guida nazionali per la certificazione energetica definite con il decreto 26 giugno 2009 (G.U. n. 158 del 10-07-2009 come modificato dal Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 13 dicembre 2012 G.U. n. 290) prevedono un’applicazione omogenea, coordinata e operativa della certificazione energetica degli edifici su tutto il territorio nazionale, in accordo alla Direttiva 2002/91/CE e con i principi espressi con il D.Lgs 19 agosto 2005 n. 192, allo scopo di fornire informazioni sulla qualità energetica degli immobili e strumenti di chiara comprensione, per la valutazione dei tempi di ritorno degli investimenti in interventi di riqualificazione energetica, per l’acquisto e locazione di immobili che tengano conto della prestazione energetica degli edifici.

Il conseguimento dell’attestato, infatti, avviene dopo aver determinato le prestazioni energetiche di ciascun edificio ed eventualmente, dopo aver stabilito alcuni caratteristici parametri energetici del sistema edificio-impianti.

 

Nello specifico il processo di certificazione prevede l’attribuzione di una classe energetica di appartenenza dell’edificio e la definizione di possibili interventi migliorativi delle prestazioni energetiche sia dell’edificio sia degli impianti. In tal senso la certificazione energetica degli edifici non si limita a costituire un attestato formale, ma diviene uno strumento indispensabile per migliorare l’efficienza energetica del sistema edificio-impianti.

Pratiche Detrazioni fiscali del 65%

images

Lo Stato prevede delle agevolazioni per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti e che riguardano, in particolare, le spese sostenute per:

  • la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
  • il miglioramento termico dell’edificio (finestre, comprensive di infissi, coibentazioni,pavimenti);
  • l’installazione di pannelli solari;
  • la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Lo Studio Tascone è in grado di fornire tutte le informazioni utili a chi effettua questi interventi e di preparare tutta la documentazione necessaria per accedere alle agevolazioni fiscali.

L’agevolazione consiste nel riconoscimento di detrazioni d’imposta nella misura del 65% delle spese sostenute, entro un limite massimo di detrazione che è diverso in relazione a ciascuno degli interventi previsti.

Il decreto legge n. 63 del 4 giugno 2013 ha prorogato al 31 dicembre 2013 la detrazione fiscale per gli interventi di efficienza energetica.
Inoltre, lo stesso decreto ha innalzato dal 55% al 65% la percentuale di detraibilità delle spese sostenute nel periodo che va dal 6 giugno 2013 (data di entrata in vigore del decreto) al 31 dicembre 2013.
Per gli interventi relativi alle parti comuni degli edifici condominiali, o per quelli che riguardano tutte le unità immobiliari di cui si compone il singolo condominio, la detrazione del 65% è invece prorogata al 30 giugno 2014.

Dal 1° gennaio 2014 (per i condomini dal 1° luglio 2014) l’agevolazione sarà invece
sostituita con la detrazione fiscale del 36% prevista per le spese di ristrutturazioni edilizie.

I lavori sotto indicati sono incentivati dallo Stato. Lo Studio Tascone è in grado di fornire tutte le informazioni utili a chi effettua questi interventi e di preparare tutta la documentazione necessaria per accedere alle agevolazioni fiscali. Interventi incentivabili:

  • Interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti
  • Interventi sugli involucri degli edifici
  • Installazione di Pannelli solari
  • Interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione invernale

 

Maggiori dettagli sulle detrazioni fiscali

Chi può fruire degli incentivi?

I beneficiari sono tutti i contribuenti, persone fisiche, professionisti, società e imprese che sostengono spese per l’esecuzione degli interventi su edifici esistenti, su loro parti o su unità immobiliari esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, posseduti o detenuti.

Cosa è agevolato?

Tutti gli interventi citati che devono rispondere a determinati requisiti. Ad esempio, nuove finestre o interventi sui muri devono conferire all’edificio una buona capacità di isolamento che cambia a seconda della fascia climatica in cui è inserita la costruzione: in pratica, i lavori devono rispettare limiti di dispersione che sono chiaramente tabellati o per l’intero edificio o per il singolo elemento costruttivo oggetto dell’intervento. Anche nel caso di installazione di pannelli solari o di sostituzione della caldaia, tali impianti devono rispondere alle specifiche tecniche riportate nel decreto.

Come viene concessa l’agevolazione?

Gli interessati devono incaricare un professionista abilitato alla progettazione che presenta al cliente una serie di proposte operative per ridurre le dispersioni termiche corredate da adeguata documentazione e, a fine lavori, da un attestato di qualificazione energetica, non più richiesto per la sostituzione di finestre, per l’installazione dei pannelli solari e per la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale.

Il cliente realizza gli interventi, paga il professionista e l’impresa esecutrice con un bonifico bancario o postale e conserva tutte le fatture, la qualificazione energetica e l’asseverazione del professionista per eventuali controlli fiscali. Al termine dei lavori l’utente deve inviare o far inviare telematicamente all’Enea copia dell’eventuale attestato di certificazione o di qualificazione energetica e una scheda informativa, necessaria per il monitoraggio dell’iniziativa.

Progettazione, Direzione lavori, Gestione tecnico economica della commessa edilizia