Engineering and Architectural services

Miglioramento sismico del Palazzo di città VASTO

Ubicazione: Vasto

Committente: Comune di Vasto (CH)

Prestazioni fornite: PROGETTAZIONE PRELIMINARE DEGLI INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO SISMICO, ESECUZIONE DELLE VERIFICHE TECNICHE ANTISISMICHE E PREDISPOSIZIONE DELLA RELATIVA DOCUMENTAZIONE TECNICA DEL PALAZZO DI CITTÀ IN PIAZZA BARBACANI – VASTO

Trattasi di edificio progettato e realizzato in epoca antecedente alla dichiarazione di sismicità delle aree interessate e, quindi, progettato per soli carichi gravitazionali in assenza di normativa sismica.

La valutazione della vulnerabilità dell’edificio esistente si traduce essenzialmente nella determinazione della capacità, dipendente dalla resistenza massima e soprattutto dalla duttilità, che le strutture sono in grado di esibire se soggette ad azioni orizzontali quali quelle sismiche. Per quanto riguarda la vulnerabilità sismica dell’edificio comunale analizzato, è stata applicata una metodologia di valutazione delle prestazioni sotto sisma basata su analisi statiche non-lineari nell’ambito di un metodo di verifica multi-livello.

L’attività per la verifica di idoneità statica e valutazione della vulnerabilità sismica dell’edificio si è articolata nelle seguenti fasi principali:

a) rilievo geometrico e strutturale dell’edificio;

b) esecuzione di prove ed indagini su materiali e strutture e relativa interpretazione;

c) analisi dei carichi verticali;

d) calcolo delle sollecitazioni per carichi verticali e valutazione della sicurezza agli stati limite degli elementi strutturali portanti (pilastri e travi);

e) valutazione del comportamento sismico della struttura mediante analisi statiche non lineari e conseguente quantificazione di un parametro di vulnerabilità sismica;

f) definizione degli interventi di miglioramento sismico.

La scelta della strategia di intervento di miglioramento è stata fatta in funzione del livello di capacità pre-sisma della struttura; per poter ricondurre la struttura dell’edificio in oggetto ad un livello di sicurezza minimo pari al 60% si è ipotizzato un intervento di miglioramento sismico sugli elementi strutturali al fine di eliminare le carenze strutturali dell’edificio, che danno luogo ai danni e ai meccanismi di collasso che più frequentemente si manifestano per effetto di terremoti, nel rispetto di quanto specificato nell’art. 8.4.3. del D.M. del 14.01.08.

 

Progettazione, Direzione lavori, Gestione tecnico economica della commessa edilizia